Blog

Bonus Una Tantum 150 euro

Indennità Una Tantum Bonus 150 €

L’erogazione del bonus da 150 euro avviene secondo due modalità:

  1. Erogazione automatica:

Se sei un lavoratore dipendente, non titolare di trattamenti pensionistici e non facente parte di nucleo familiare beneficiario del reddito di cittadinanza, con un imponibile previdenziale non eccedente 1.538 €, ti saranno erogati 150 € nella busta paga di novembre 2022 dal tuo datore di lavoro (previa dichiarazione da consegnare al datore di lavoro in cui si dichiara di non rientrare nelle cause di esclusione).

L’INPS pagherà in automatico il bonus di 150 € nei seguenti casi:

  • Titolari di pensione (con redditi non superiori a 20000 € nell’anno 2021)
  • Lavoratori domestici già beneficiari dell’indennità una tantum di 200 euro, che abbiano in essere uno o più rapporti di lavoro al 23/09/2022
  • Titolari di NASPI – DIS CON
  • Percettori di Disoccupazione Agricola (DSA) nel 2022, di competenza 2021
  • Nuclei beneficiari di Reddito di Cittadinanza

2. Erogazione a domanda:

  • Titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa iscritti alla gestione separata dell’INPS
  • Stagionali, intermittenti e lavoratori dello spettacolo, beneficiari nel 2021 di una delle indennità COVID
  • Lavoratori stagionali, a tempo determinato e indeterminato, e lavoratori iscritti al Fondo Pensione Lavoratori dello Spettacolo (con almeno 50 giornate lavorative nel 2021 e reddito 2021 inferiore a 20000 €), non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, che nel 2021 siano stati titolari di contratti di collaborazione occasionale
  • Lavoratori autonomi privi di Partita Iva
  • Incaricati alle vendite a domicilio con reddito 2021 superiore a 5000 € e titolari di Partita Iva

In entrambi i casi, l’indennità non è cedibile, sequestrabile o pignorabile, e non costituisce reddito né ai fini fiscali, né ai fini della corresponsione di prestazioni previdenziali e assistenziali.

Ti aspettiamo per verificare i requisiti e presentare la richiesta all’INPS nelle sedi CGIL del tuo comune.

POST A COMMENT